Tagged: Notizie di Napoli

0

Atelier della Salute a Napoli: 3 giornate di visite dermatologiche gratuite

Dopo il successo di “Atelier della Salute: esperienze, percorsi, soluzioni per vivere…meglio!”, manifestazione dedicata alla prevenzione e promozione della salute svoltasi nel cuore del Policlinico federiciano lo scorso 22 e 23 settembre, continuano le iniziative che la Scuola di Medicina e Chirurgia e l’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II organizzano per i cittadini.
Da Gennaio 2018 e fino al prossimo settembre, infatti, ci saranno una serie di incontri informativi e visite gratuite in alcune aree di interesse per i cittadini. Si parte con quelle relative all’area della dermatologia:
Tre giornate dedicate alla prevenzione, diagnosi e cura delle patologie della pelle, organizzate dalla Scuola di Specializzazione in Dermatologia e Venereologia della Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Università Federico II di Napoli, diretta da Gabriella Fabbrocini e dalla UOC di Dermatologia del Policlinico Federico II, diretta da Mario Delfino. Ci saranno quindi incontri gratuiti rivolti ..

0

Scampia, 5000 studenti contro le baby gang: “È colpa dello Stato, non di Gomorra”

La parte sana di Napoli non si arrende di fronte alle violenze che, nelle ultime settimane, hanno portato al centro dell’attenzione mediatica la questione relativa alla sicurezza in città. Questa mattina oltre 5000 studenti si sono mossi in un corteo da Scampia verso la stazione metropolitana di Chiaiano, dove la scorsa settimana è stato aggredito a calci e pugni un 15enne.
Un corteo contro le baby gang, fenomeno che interessa non solo Napoli ma tutta Italia e sul quale si è espresso anche il ministro Minniti, promettendo interventi significativi. A sfilare sono soprattutto studenti, scesi in strada per manifestare solidarietà nei confronti di Arturo e Gaetano, ragazzi divenuti un simbolo nella lotta alla violenza. “Basta violenze! Gaetano siamo con te” si legge su un lenzuolo bianco.
Tra i manifestanti anche diversi residenti del quartiere di Scampia che invocano una maggiore presenza delle istituzioni, come si legge su uno striscione: “Non è colpa di Gomorra, è colpa dello Stato“. ..

0

ANM, la crisi non è finita: “Pensiamo di aumentare il costo dei biglietti”

Amedeo Manzo, dallo scorso giugno, è amministratore unico della holding trasporti di Napoli, ANM. Un momento delicatissimo per l’azienda napoletana, che ora ha 4 mesi di tempo per ottenere l’omologazione del concordato ANM dal tribunale, altrimenti sarà liquidazione o fallimento. In una lunga intervista a Il Corriere del Mezzogiorno, Manzo ha spiegato la situazione delicata di ANM, che gode di un pessimo stato di salute: “L’azienda è in perdita costante: ogni anno si perdono circa 25 milioni. E di fronte a questo, pure se si ricapitalizza, tutto è inutile. I costi sono superiori ai ricavi e occorrono dunque interventi strutturali. Il tribunale, in seguito alla domanda di concordato, ci ha dato fiducia. Non era un atto dovuto concederci tempo per dimostrare la validità della nostra richiesta. Il concordato sarà omologato entro 120 giorni, a partire dal 22 dicembre scorso: un piano che preveda continuità aziendale e rilancio dei trasporti”.
Sulle modalità di recupero del buco di 25 mili..

0

Pugno duro dei pm contro le baby gang: ci sarà l’aggravante del “motivo futile”

Per trattare adeguatamente il delicato caso delle baby gang, la Procura dei minori di Napoli sta tentando di riportarne la storia sotto una precisa figura giuridica. I pm, infatti, come rivela Il Mattino, hanno utilizzato un nuovo espediente per processare sedici minorenni accusati di un pestaggio avvenuto al Vomero alcune settimane fa.
Come? Con un’aggravante che peserà sugli aggressori: non solo “rissa” e “lesioni gravi” ma anche il futile motivo del predominio del branco giovanile. In un certo senso, come dire: picchiare e aggredire diventa ancora più grave alla luce del banale motivo che porta alla violenza, ossia quella di stabilire il primato del branco giovanile.
L’interpretazione, quasi innovativa ma in questo caso necessaria per un approccio più duro alla questione, è stata utilizzata nell’inchiesta a carico dei sedici minori ritenuti responsabili del pestaggio avvenuto in piazza Vanvitelli lo scorso 17 dicembre.
In quell’occasione, il gruppo di ragazzi aveva circondato du..

0

Baby gang, Minniti: “Togliere patria potestà ai camorristi. Subito 100 agenti in più”

Pugno duro, più agenti e, se necessario, privazione della patria potestà nei casi più gravi. E’ questo il piano del ministro dell’Interno, Marco Minniti, che dopo il lungo incontro in Prefettura, a Napoli, ha spiegato le prossime mosse: “Non consentiremo alle baby gang di cambiare le abitudini dei giovani napoletani. L’idea – spiega – è di avere dieci distretti di polizia, così da avere un responsabile del distretto in contatto con le municipalità. Ci muoveremo per rafforzarla direttamente dal Ministero ed è importante che il presidente della municipalità possa parlare con il responsabile della pubblica sicurezza”.
Su Arturo e gli altri feriti: “Ho incontrato Arturo e la sua mamma, i ragazzi aggrediti a Pomigliano e ho mandato un affettuoso saluto a Gaetano e sua mamma Stella. Ho incontrato persone coraggiose, che hanno subito un gravissimo e inaccettabile dolore e mostrato una forza di reazione straordinaria”.
La prima mossa, immediata, sarà l’arrivo di cento uomini dei reparti stra..

0

Allerta meteo di 24 ore in Campania: paura per venti forti

Napoli – La Protezione Civile ha diramato una nuova allerta meteo che interesserà tutta la Campania. Si tratta di un’allerta di colore verde, quindi niente di grave. Si teme principalmente per venti forti e possibili mareggiate nei tratti costieri. Lo stato di allarme avrà inizio a partire dalla mezzanotte di oggi, martedì 16 gennaio, e durerà per 24 ore fino alla mezzanotte di domani.
La Protezione Civile ha avvisato comunque tutte le autorità locali di mettere in sicurezza strutture che potrebbero essere abbattute dal forte vento e tratti costieri o costruzioni attigue che potrebbero subire ingenti danni a causa della forza delle onde.
L'articolo Allerta meteo di 24 ore in Campania: paura per venti forti sembra essere il primo su Vesuvio Live.

0

Marotta & Cafiero School: torna il corso di editoria accessibile a tutti

Napoli – Riprenderanno a febbraio i corsi della “Marotta & Cafiero School”, la scuola popolare di editoria gestita dalla omonima casa editrice indipendente di Scampia. Una scuola aperta soprattutto ai giovani, che consente anche incontri con scrittori e tipografi per provare ad imparare come si fa un libro “dalla A alla Z”.
Che tipo di carta utilizzare, cos’è l’editing, chi sono gli impaginatori e come ci si rapporta con la distribuzione, sono solo alcuni dei moduli che comporranno il programma scolastico proposta dalla casa editrice per il quinto anno di fila.
“Il nostro obiettivo è scovare talenti nel mondo dell’editoria”– dice Rosario Esposito La Rossa, CEO della “Marotta & Cafiero – ” I due terzi della nostra redazione sono formati da ex allievi oggi nostri editor e impaginatori, tutti under 30. Il nostro è un modo per avvicinare i giovani a questo mestiere bellissimo. Pescheremo soprattutto tra le università. Tanta pratica, utilizzo di pc e software, lavoro sui testi, si lavorer..

0

Napoli, la Galleria della Vittoria chiude di notte per 9 mesi: info e orari

Partono i lavori in Galleria della Vittoria a Napoli, dove dalla scorsa notte e per le successive 276, è cambiata la mobilità nelle ore notturne. A darne notizia un’ordinanza comunale, in cui si spiega che nella galleria che collega via Acton a piazza Vittoria e viceversa, si svolgeranno opere necessarie per l’adeguamento alle normative anticendio e di illuminazione pubblica.
Per non bloccarla completamente, è stato stabilito che i lavori all’interno della galleria dovranno svolgersi impegnando una semicarreggiata per volta, dalle ore 23:00 alle ore 5:30 (ripristinando alla ore 5:30 della mattina la viabilità della galleria in ambo i sensi di marcia) nelle notti comprese tra i giorni di lunedì/martedì, martedì/mercoledì, mercoledì/giovedì e giovedì/venerdì, fatta eccezione per i giorni festivi e per eventi particolari, nei quali non si procederà ad alcuna lavorazione.
Dalla scorsa notte (15-16 gennaio 2018), è quindi attivo il seguente dispositivo di traffico temporaneo:
1. prima fa..

0

Napoli, la Galleria Vittoria chiude di notte per 9 mesi: info e orari

Partono i lavori in Galleria Vittoria a Napoli, dove dalla scorsa notte e per le successive 276, è cambiata la mobilità nelle ore notturne. A darne notizia un’ordinanza comunale, in cui si spiega che nella galleria che collega via Acton a piazza Vittoria e viceversa, si svolgeranno opere necessarie per l’adeguamento alle normative anticendio e di illuminazione pubblica.
Per non bloccarla completamente, è stato stabilito che le lavorazioni all’interno della galleria dovranno svolgersi impegnando una semicarreggiata per volta, dalle ore 23:00 alle ore 5:30 (ripristinando alla ore 5:30 della mattina la viabilità della galleria in ambo i sensi di marcia) nelle notti comprese tra i giorni di lunedì/martedì, martedì/mercoledì, ercoledì/giovedì e giovedì/venerdì, fatta eccezione per i giorni festivi e per eventi particolari, nei quali non si procederà ad alcuna lavorazione.
Dalla scorsa notte (15-16 gennaio 2018), è quindi attivo il seguente dispositivo di traffico temporaneo:
1. prima fas..

0

Raccolta plastica in Campania: è la terza regione più riciclona d’Italia

Ottime notizie per la Campania sul fronte raccolta differenziata: è al terzo posto come regione più riciclona d’Italia e da sola raccoglie la metà della plastica riciclata nel Sud Italia. I tempi in cui si parlava di Napoli e della Campania come grande discarica d’Italia ormai sono finiti e lo stabiliscono i dati del Corepla che la colloca tra le regioni che ricicla maggiormente la plastica.
A riferire la notizia sono il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli e il portavoce regionale del Sole che ride, Vincenzo Peretti, commentando i dati: “La Campania continua a raccogliere riconoscimenti per il nuovo corso nella gestione dei rifiuti e, questa volta, a certificare i passi in avanti arrivano i dati del Corepla, il consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi di plastica, che mettono la nostra regione al terzo posto nella classifica delle regioni più riciclone“.
“Le 103.500 tonnellate di plastica raccolte e riciclate in Campania ha..

0

Arrestata la baby gang di Napoli Est: in un mese 32 persone rapinate

Tra i mesi di Ottobre e Novembre 2017 nell’area Napoli Est 32 persone sono state vittime di 17 rapine in strada. I carabinieri di Castello di Cisterna sotto ordine del tribunale di Nola ed il tribunale per minorenni di Napoli ha emanato un‘ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 7 persone indagate di cui 4 sono minorenni. Per 3 di loro è scattata la custodia nel carcere di Poggioreale, i 4 minorenni invece sono stati portati nel centro di accoglienza dei Colli Aminei di Napoli.
Come rende noto la Repubblica.it il primo arresto è scattato il 25 novembre a danno di 2 rapinatori scovati a Casalnuovo. La strategia di rapina era sempre la stessa: la gang di ragazzi giovanissimi minacciava con una pistola giocattolo le vittime nelle zone di Pomigliano d’Arco, Casalnuovo di Napoli, Brusciano, Volla e Casoria presso i bar delle stazioni ferroviarie. Estorcevano soldi e cellulare, poi fuggivano via su mezzi a due ruote.
L'articolo Arrestata la baby gang di Napoli Est: in un mese..

0

Carnevale a Scampia, corteo allegorico contro i roghi dell’estate: evento gratuito

Anche quest’anno si rinnova il tradizionale appuntamento del Carnevale di Scampia. Giunto alla 36esima edizione, il Carnevale avrà come tema per il 2018 “MEZZOGIORNO DI FUOCHI chi appiccia chi scioscia e chi stuta”. Si tratta di un riferimento particolare ai devastanti incendi che hanno colpito quest’estate il nostro territorio.
Incendi dolosi che hanno pesantemente compromesso il patrimonio artistico naturalistico italiano, soprattutto del mezzogiorno e riportando spesso alla luce nuove discariche abusive che continuano a mietere vittime indifese. Tra i roghi anche l’incendio, dalle cause ancora non chiare, di cui è stata vittima la comunità rom di Scampia, tra chi, stringendosi ad essa, ha cercato di spegnere i fuochi, anche degli animi, e chi ha colto occasione per scatenare nuove guerre tra poveri, rispolverando fasci e gagliardetti.
Questa edizione del Carnevale di Scampia, organizzato come ogni anno dall’associazione Gridas, pone come filo conduttore, dunque, l’ambiguità del fu..

0

Dopo Apple un’altra multinazionale investe su Napoli: si parla della General Electric

Dopo Apple un altro colosso americano arriva a Napoli: si tratta della General Electric Company, l’azienda leader nei settori della tecnologia, della finanza, del manifatturiero e dei media. Ancora una volta si prevede una intesa tra l’Università “Federico II” di Napoli e una società statunitense.
“Un’altra grande multinazionale — dice il rettore Gaetano Manfredi — sta pensando a Napoli”, si legge su Il Corriere del Mezzogiorno. L’università ormai va oltre l’aspetto disciplinare e culturale. È diventata una sorta di piattaforma di sviluppo, un grande attrattore di imprese. Per questo motivo dopo Apple un’altra grande multinazionale vuole venire a investire a Napoli dopo aver fatto uno studio sulla demografia”.
“A loro interessava sapere quanti laureati in materie Stim (cioé Scienze del Turismo ad Indirizzo Manageriale) ci fossero. Hanno scoperto che a Napoli ce ne sono moltissimi e questo è stato un fattore di attrazione. Per intenderci: il modello Silicon Valley sarà anche superato,..

0

Napoli. Baby gang aggredisce 3 ragazzi e accerchia camionetta: feriti anche i militari

Il sabato sera Napoli si accende di vita specialmente sul lungomare, dove pizzerie e locali sono il punto d’incontro di molti giovani che vogliono passare una serata all’insegna del divertimento. Ma sabato scorso alle ore 23 e 30 in una serata che sembra versare nella normalità accade qualcosa di sconvolgente.
Una donna comincia ad urlare: “Uccideteli”. Un gruppo folto di 30 ragazzi inizia ad inseguire tra la folla 3 giovani. Il loro reato? Aver sorriso ad una giovane ragazza vestita in modo appariscente. Parte così la folle corsa dei tre ragazzi per cercare riparo da quella folla inferocita. Il dato sconcertante è che i 30 ragazzi hanno tutti tra i 10 e i 15 anni, vestiti con jeans strappati, sciarpe scure e scarpe nere ed un atteggiamento da boss di camorra.
Nella loro, come rende noto il corriere.it, fuga i 3 amici di San Giovanni a Teduccio individuano una camionetta dell’esercito nella zona della “colonna spezzata”. Ci sono 2 militari armati di Kalashnikov con colpo in canna. Ma..

0

Video. Vendita abusiva dei datteri di mare: Abete aggredito a Napoli

Luca Abete, ritorna nel territorio napoletano per conto di “Striscia” e questa volta affronta una questione molto delicata che riguarda il contrabbando di datteri di mare. La legge Europea è chiara: il commercio dei frutti di mare in questione è vietata. La loro pesca danneggia gravemente le scogliere ed i fondali marini e si rischiano sanzioni molto gravi qualora si vendessero illegalmente.
L’inviato di Striscia va così nelle varie pescherie di Napoli mettendo in evidenza che lì la suddetta legge non viene per nulla rispettata. Il video è stato caricato sulla sua pagina facebook e tocca una questione scottante, tanto che al termine del video la troupe viene aggredita da un gruppo di pescivendoli che temono ripercussioni legali a causa delle riprese.
Così commenta il video lo stesso Abete: “Pescare DATTERI di MARE vuol dire distruggere gli scogli in cui vivono, per questo ne è vietata sia la pesca che la vendita!In alcune PESCHERIE, con la tecnica della prenotazione e dello smercio s..

0

Allarme baby gang a Napoli: il piano del ministro Minniti

Ultimamente si parla molto del fenomeno baby gang e della gravità che sta avendo sul territorio napoletano. Sono numerosi gli eventi che hanno visto come protagonisti giovani adolescenti usare violenza ingiustificata contro coetanei. Di fronte a questi episodi in aumento anche De Magistris ha lanciato l’allarme ed ora cerca l’aiuto del Governo.
A questa richiesta di appello ha risposto il ministro Minniti. In giornata terrà una riunione il cui tema centrale sarà proprio come arginare e ridurre il problema baby gang. L’ incontro si terrà in Prefettura con i vertici nazionali e locali delle forze dell’ordine, il procuratore Melillo, i magistrati dei tribunali minorili, il prefetto Pagano e il questore De Iesu.
“Un fenomeno non più tollerabile” commenta Minniti dal suo ufficio al secondo piano del Viminale commentando i recenti fatti avvenuti a Napoli. Come rende noto il mattino.it l’attenzione di Roma è alta, tanto da inviare proprio il ministro suddetto per far fronte alla questione: ..

0

La Puglia dice “no” al Pomodoro Pelato Napoli: è di nuovo ‘guerra’

Solo quattro mesi fa una vera e propria guerra della mozzarella aveva contrapposto Puglia e Campania, in cui la prima chiedeva il riconoscimento di un marchio Dop analogo a quello delle mozzarelle campane, per la “Mozzarella di Gioia del Colle”. La battaglia si era conclusa poi a fine dicembre con la vittoria della Puglia sulla Campania. Ma la guerra a suon di prodotti alimentari tra le due regioni è destinata a continuare: questa volta l’alimento conteso è il pomodoro pelato.
La Regione Puglia, infatti, esprimerà parere negativo alla richiesta di registrazione dell’Igp Pomodoro Pelato Napoli presentata al Mipaaf. Si è tenuto ieri, 15 gennaio 2018, un tavolo con le Op del pomodoro di Puglia, convocato dall’Assessore regionale delle Risorse Agroalimentari, Leonardo Gioia, che ha posto la questione “pomodoro di Napoli”.
“La Puglia – sottolinea l’assessore – detiene la quasi totalità della produzione del pomodoro all’interno di una filiera del Sud Italia ove la Campania possiede, di con..

0

David Rodriguez, innamorato di Napoli realizza un video per raccontarla al mondo

Foto di Adria Bosch
È il 26 dicembre 2017, quando mi arriva un messaggio su Facebook da un ragazzo, David Rodriguez è il suo nome, 33enne delle Isole Canarie, che mi scrive di un video che ha realizzato per il Natale a Torre Annunziata. Apro il file e resto per oltre 2 minuti ad osservare un vero e proprio capolavoro. Un video girato a Torre Annunziata che racconta la città vista con gli occhi di una bambina.
Mi complimento con David per il bellissimo video, e subito mi fiondo sulla sua pagina Facebook a vedere se ha altri video. Tra i tanti video, trovo un’emozionante dedica fatta a Napoli, un vero e proprio capolavoro cinematografico. Contatto David nuovamente e gli chiedo se vuole raccontarmi la sua passione per i video e per queste due città: Napoli e Torre Annunziata.
Incontro David in una saletta affacciata sul mare, al “Non Solo Caffè” di Torre Annunziata. Iniziamo a parlare del più e del meno, mi racconta che è originario delle Isole Canarie e che a 5 anni si è trasferito in..

0

Non solo Napoli: incubo babygang da Torino a Roma. Ma si parla solo di Gomorra

La verità non è sempre semplice. Spiegare sommariamente il male, la criminalità, dare un senso ai casi di cronaca che imperversano su tv e giornali è un’operazione molto più complessa di quanto possa apparire. Da mesi, il nuovo caso mediatico su cui organi d’informazione e opinione pubblica stanno dibattendo è quello delle babygang.
L’ultimo caso di cronaca (quello di Arturo, il ragazzo accoltellato in via Foria lo scorso dicembre) ha riacceso il dibattito, puntando i riflettori su due “protagonisti” di questa vicenda: Napoli e Gomorra. Che la città partenopea non goda di “buona pubblicità” da parte dei media italiani non è certo una novità. L’occasione per screditare la città è troppo ghiotta per chi ha fatto dello Sputtanapoli una ragione di vita.
Come se aggressioni, furti e violenze da parte di giovani delinquenti avvenissero solo nella città partenopea, e tutto il resto del paese fosse estraneo a questo fenomeno. Torino, Verona, Parma, Piacenza, Roma, e anche Londra. Quello dell..

0

Foto. Emergenza all’ospedale San Giovanni Bosco: piove acqua dal soffitto

Cade acqua dal soffitto dell’ospedale San Giovanni Bosco dopo le piogge di ieri sera. A denunciare la grave emergenza è il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione sanità: “La pioggia di questa notte, neanche tanto abbondante per dirla tutta, ha provocato perdite dal soffitto del reparto di ortopedia del San Giovanni Bosco – spiega – dove s’è dovuto ricorrere a secchi per raccogliere l’acqua che filtra”.
Come mostrano le foto, infatti, sono stati adibiti dei secchi per contenere le gocce d’acqua provenienti dal soffitto: “E’ necessario intervenire subito – spiega ancora Borrelli – ma queste perdite dimostrano ancora una volta la necessità di interventi strutturali in quello che resta l’ospedale di riferimento per l’area settentrionale di Napoli e per alcuni comuni della provincia, a cominciare da Casavatore e Casoria”.
L'articolo Foto. Emergenza all’ospedale San Giovanni Bosco: piove acqua dal soffitto sembra essere il primo su Ves..