Tagged: carabinieri

0

Spaccio d droga in centro Gli arresti dei carabinieri

CATANIA – I carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale di Catania hanno arrestato nella flagranza due gambiani di 20 e 19 anni, entrambi senza fissa dimora, poiché ritenuti responsabili di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. La scorsa notte, l’equipaggio della “gazzella” entrando in Via delle Finanze ha visto da lontano i due confabulare con altri extracomunitari. Decidendo di sottoporli a controllo i militari si sono avvicinati notando distintamente che i due, accortisi della loro presenza, hanno gettato per terra una busta.
Bloccati e recuperata la busta gli operanti vi hanno rinvenuto all’interno circa 100 grammi di hashish ed alcuni grammi di marijuana. La droga è stata sequestrata mentre gli arrestati, assolte le formalità di rito, sono stati associati al carcere di Catania Piazza Lanza. Nella stessa giornata, i carabinieri della Compagnia di Catania Piazza Dante hanno arrestato nella flagranza il 24enne catanese Vincenzo Zuccarello, poich..

0

Torino, vendeva droga per i kamikaze in pieno centro dalla sua cucina: arrestato 55enne

Gli bastava la cucina di casa per vendere lo shaboo, nota anche come la droga dei kamikaze. Giuseppe Messina, 55 anni, è stato così arrestati dai carabinieri della stazione di San Salvario.

L’uomo, malgrado fosse agli arresti domiciliari per reati legati allo spaccio di droga, mandava avanti il commercio da casa sua, in via Madama Cristina al centro di Torino.

Messina preparava lo shaboo, tipo di metanfetamina molto pericolosa che veniva somministrata ai kamikaze giapponesi perché trovassero il coraggio nelle azioni suicide, per poi darla ai suoi clienti.

I militari hanno sequestrato undici sacchetti in plastica con 107 grammi di shaboo sotto forma di cristalli di diversa colorazione, nove cellulari con centinai di numeri, mille euro in contanti, materiale per il confezionamento e il taglio della droga, un bilancino di precisione e due agende con la contabilità e i nomi degli avventori.

0

Taranto: bimba di 10 anni ferita da un colpo di pistola ad una spalla, le versioni discordanti dei genitori Indagine dei carabinieri

Le piste più praticabili, per l’indagine, sono due. La prima: lite fra i genitori, nella casa del quartiere Salinella di Taranto, e colpo di pistola sparato colpendo fortuitamente la bambina. La seconda: qualcuno, non della famiglia, ha sparato ferendo la bimba e anche il padre (che ha, per l’appunto, una ferita alla mano). In fase di indagine i genitori della bambina hanno dato versioni che non combaciano. I carabinieri proseguono nel lavoro di ricerca della verità, riguardo al colpo di pistola sparato domenica notte ferendo ad una spalla la bimba di dieci anni, ora ricoverata al “Santissima Annunziata”.

L'articolo Taranto: bimba di 10 anni ferita da un colpo di pistola ad una spalla, le versioni discordanti dei genitori

Indagine dei carabinieri

proviene da Noi Notizie..

0

Laboratorio di droga nel casolare Pusher finisce in manette

ACI SANT’ANTONIO – Nasconde 1 kg di “erba” in un casolare: pusher finisce in manette. I Carabinieri della Stazione di Acireale, coadiuvati dai colleghi della Compagnia d’Intervento Operativo del 12° Reggimento “Sicilia”, hanno arrestato nella flagranza il 35enne Emanuele Palermo di Aci Catena, poiché ritenuto responsabile di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Una breve ma proficua attività info-investigativa ha condotto ieri sera i militari in un casolare di via Federico de Roberto ad Aci Sant’Antonio luogo in cui, attendendo pazientemente la presenza dell’uomo, sono entrati eseguendo una perquisizione. I militari hanno scovato e sequestrato un kg di “marijuana”, del valore al dettaglio di oltre 10.000 euro; 4 bilancini elettronici di precisione e vario materiale comunemente utilizzato dagli spacciatori per preparare le dosi di stupefacente da porre in commercio. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza.

0

Arrestata la baby gang di Napoli Est: in un mese 32 persone rapinate

Tra i mesi di Ottobre e Novembre 2017 nell’area Napoli Est 32 persone sono state vittime di 17 rapine in strada. I carabinieri di Castello di Cisterna sotto ordine del tribunale di Nola ed il tribunale per minorenni di Napoli ha emanato un‘ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 7 persone indagate di cui 4 sono minorenni. Per 3 di loro è scattata la custodia nel carcere di Poggioreale, i 4 minorenni invece sono stati portati nel centro di accoglienza dei Colli Aminei di Napoli.
Come rende noto la Repubblica.it il primo arresto è scattato il 25 novembre a danno di 2 rapinatori scovati a Casalnuovo. La strategia di rapina era sempre la stessa: la gang di ragazzi giovanissimi minacciava con una pistola giocattolo le vittime nelle zone di Pomigliano d’Arco, Casalnuovo di Napoli, Brusciano, Volla e Casoria presso i bar delle stazioni ferroviarie. Estorcevano soldi e cellulare, poi fuggivano via su mezzi a due ruote.
L'articolo Arrestata la baby gang di Napoli Est: in un mese..

0

Dopo i danni alla stazione di Brindisi, quelli a Ceglie Messapica: bastonate contro cinque macchine. Con questa accusa, arrestato ventenne Arrestato 47enne di Fasano: era latitante, accusato di spaccio nella zona di Napoli

Di seguito alcuni comunicati diffusi dai carabinieri:

Aveva trovato rifugio in una stanza a Savelletri di Fasano dall’ottobre scorso, quando si era sottratto a un provvedimento di cattura emesso dal Tribunale di Torre Annunziata per reati inerenti gli stupefacenti.

Il provvedimento era scaturito da una complessa attività d’indagine condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Torre Annunziata per una fiorente attività di spaccio sulla piazza napoletana, nel periodo giugno – dicembre 2015. Così, quando a ottobre 2017 i Carabinieri avevano dato esecuzione al provvedimento, SPAGNUOLO Girolamo, 47 enne di origini Fasanesi, si era sottratto alla cattura, cercando rifugio nella terra d’origine. È così che i Carabinieri della Compagnia di Fasano, ricevuta la notizia della presenza del latitante nella zona di Fasano dai colleghi di Torre Annunziata, hanno avviato immediatamente le indagini riuscendo a individuare il rifugio del latitante e a catturarlo. L’arrestato, che n..

0

Furto all’istituto Sciascia Arrestato 39enne

MISTERBIANCO – Ruba al “Leonardo Sciascia”: arrestato. I Carabinieri della Tenenza di Misterbianco la scorsa notte hanno arrestato nella flagranza il 39enne catanese AlessandroNicosia, poiché ritenuto responsabile di tentato furto. I militari, nel corso di un servizio perlustrativo sorprendevano l’uomo mentre tentava di allontanarsi dall’istituto comprensivo “Leonardo Sciascia” di Misterbianco dopo aver sottratto all’interno dello stesso istituto un computer, due televisori e due lettori dvd per un valore complessivo di duemila euro circa. I militari operanti nella circostanza rinvenivano e sequestravano alcuni attrezzi da scasso utilizzati dal reo per entrare nella scuola. L’arrestato, in attesa della direttissima, è stato trattenuto in camera di sicurezza. share Martedì 16 Gennaio 2018 – 12:10

0

Tenta di dare fuoco all’auto del cognato, arrestato dai carabinieri (FOTO)

Per risolvere i contrasti e le liti un uomo di Alcamo utilizza il fuoco. Lo hanno scoperto i carabinieri che hanno bloccato per la seconda volta un giovane di 33 anni.

Ad agosto, qualcuno aveva incendiato il portone d’ingresso del Comune di Alcamo; in quella circostanza i Carabinieri della Compagnia di Alcamo identificarono in poche ore l’autore del grave gesto intimidatorio ed Andrea Del Giudice, alcamese 33 anni, fu denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica.

Domenica scorsa Andrea Del Giudice secondo quanto accertato dai militari dopo una lite con il proprio cognato ha tentato di dare fuoco all'auto del parente.

Ha cosparso di benzina l’autovettura della sorella, sposata per l’appunto con l’uomo con cui aveva poco prima avuto un acceso diverbio, parcheggiata in via Ruisi tra le auto di altri concittadini, e con un accendino ha tentato di innescare l’incendio.

Alcuni vicini di casa hanno notato però Del Giudice mentre cospargeva l’auto di benzina ed hanno i..

0

Ruba computer, televisori e lettori dvd in una scuola: arrestato 39enne (FOTO)

I Carabinieri della Tenenza di Misterbianco hanno arrestato il 39enne catanese Alessandro NICOSIA, poiché ritenuto responsabile di tentato furto.

I militari, nel corso di un servizio perlustrativo sorprendevano l’uomo mentre tentava di allontanarsi dall’istituto comprensivo “Leonardo Sciascia” di Misterbianco dopo aver sottratto all’interno dello stesso istituto un computer, due televisori e due lettori DVD” per un valore complessivo di duemila euro circa.

I militari operanti nella circostanza rinvenivano e sequestravano alcuni attrezzi da scasso utilizzati dal reo per entrare nella scuola. L’arrestato, in attesa della direttissima, è stato trattenuto in camera di sicurezza.

0

Un chilo di marijuana nascosta in un casolare adibito a laboratorio: arrestato 35enne (FOTO)

I Carabinieri della Stazione di Acireale hanno arrestato il 35enne Emanuele PALERMO di Aci Catena, accusato di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Una breve ma proficua attività info-investigativa ha condotto i militari in un casolare in Via Federico de Roberto ad Aci Sant’Antonio luogo in cui, attendendo pazientemente la presenza dell’uomo, sono entrati eseguendo una perquisizione al termine della quale sono stati rinvenuti e sequestrati: un chilo circa di “marijuana”, del valore al dettaglio di oltre 10.000 euro; 4 bilancini elettronici di precisione nonché vario materiale comunemente utilizzato dagli spacciatori per preparare le dosi di stupefacente da porre in commercio.

L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza.

0

In casa marijuana e hashish arrestato dai carabinieri un giovane di 23 anni

I carabinieri della stazione di Cinisi hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, V.S. nato a Carini, 23 anni.

Nel corso della perquisizione domiciliare con l’ausilio dell’infallibile fiuto del cane “Lego” del Nucleo Carabinieri Cinofili Palermo- Villagrazia, sono stati rinvenuti e sequestrati circa 13 grammi di marijuana ed hashish, un bilancino, materiale vario per il confezionamento delle dosi e 450 euro in contanti.

Tutto era nascosto in camera da letto nel cassetto di un comodino (il denaro e parte della sostanza stupefacente) e nella rimessa degli attrezzi ( parte della sostanza stupefacente, il bilancino ed il materiale per il confezionamento).

Il giovane è stato posto agli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo.

Dopo la convalida dell’arresto V.S. è stato sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

0

Sgominate due organizzazioni di trafficanti di droga, nove arresti e 70 carabinieri impegnati nel blitz

Oltre 70 carabinieri del comando provinciale di Ragusa stanno eseguendo un'ordinanza cautelare, emessa dal Gip su richiesta della Procura, nei confronti di nove indagati e stanno eseguendo decine di perquisizioni nei confronti di presunti appartenenti a un gruppo dedito al traffico e allo spaccio di sostanza stupefacente.

I provvedimenti restrittivi sono il risultato di un'indagine, condotta da militari dell'Arma del Nucleo investigativo, che ha consentito di accertare che gli indagati, quasi tutti di origine nordafricana, avevano costituito due gruppi criminali operanti a Vittoria, Acate, Ispica e Pozzallo e dediti allo spaccio di eroina, che acquistavano fuori provincia. Numerosi gli arresti e i sequestri di stupefacente già effettuati nel corso delle indagini.

0

Rapimento e uccisione di Aldo Moro: la terrorista oltraggiosa in vista del quarantennale, contro di lei un altro terrorista indignato La sorella di Francesco Zizzi, militare fasanese fra i cinque di scorta dello statista, trucidati il 16 marzo 1978: Barbara Balzerani non avrà il mio odio

Adriana Zizzi, in una registrazione mandata in onda dal tg1: non avrà il mio odio. Si rivolge disgustata, la sorella di uno degli agenti di scorta di Aldo Moro, a Barbara Balzerani. La terrorista, nei giorni scorsi, aveva pubblicato un messaggio oltraggioso, in prossimità del quarantesimo anniversario della strage di via Fani.
Il 16 marzo 1978, in quella strada di Roma, fu rapito lo statista pugliese. I cinque uomini di scorta furono ammazzati.
Aldo Moro fu assassinato dopo 55 giorni.
A Barbara Balzerani si rivolge un altro terrorista, Raimondo Etro. È totalmente diverso da quello della donna, il suo messaggio. Con la consapevolezza di chi ha attaccato gli uomini dello Stato sbagliando, Si rivolge ai familiari delle vittime del terrorismo ai quali è stato provocato dolore e che meritano rispetto. E alla Balzerani: arrivederci all’inferno.

L'articolo Rapimento e uccisione di Aldo Moro: la terrorista oltraggiosa in vista del quarantennale, contro di lei un altro terrorista indignat..

0

Rapimento e uccisione di Aldo Moro: la terrorista oltraggiosa in vista del quarantennale, contro di lei un altro terrorista indignato La sorella di Francesco Zizzi, militare fasanese fra i cinque di scorta dello statista, trucidati il 16 marzo 1978: Barbara Balzerani non avrà il mio odio

Adriana Zizzi, in una registrazione mandata in onda dal tg1: non avrà il mio odio. Si rivolge disgustata, la sorella di uno degli agenti di scorta di Aldo Moro, a Barbara Balzerani. La terrorista, nei giorni scorsi, aveva pubblicato un messaggio oltraggioso, in prossimità del quarantesimo anniversario della strage di via Fani.
Il 16 marzo 1978, in quella strada di Roma, fu rapito lo statista pugliese. I cinque uomini di scorta furono ammazzati.
Aldo Moro fu assassinato dopo 55 giorni.
A Barbara Balzerani si rivolge un altro terrorista, Raimondo Etro. È totalmente diverso da quello della donna, il suo messaggio. Con la consapevolezza di chi ha attaccato gli uomini dello Stato sbagliando, Si rivolge ai familiari delle vittime del terrorismo ai quali è stato provocato dolore e che meritano rispetto. E alla Balzerani: arrivederci all’inferno.

L'articolo Rapimento e uccisione di Aldo Moro: la terrorista oltraggiosa in vista del quarantennale, contro di lei un altro terrorista indignat..

0

‘ndrangheta: sequestrati beni ad elementi della cosca Fazzalari per un valore di 600 mila euro

Beni mobili e immobili per un valore di quasi 600 mila euro sono stati sequestrati dai carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Reggio Calabria in esecuzione di un decreto emesso dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale. I beni sequestrati sono riconducibili a due omonimi, Domenico Fazzalari, di 44 e 34 anni, e…

L'articolo ‘ndrangheta: sequestrati beni ad elementi della cosca Fazzalari per un valore di 600 mila euro sembra essere il primo su wesud News.

0

Sicurezza: controlli Carabinieri Gioia Tauro, 4 persone arrestate

Reggio Calabria, 15 gen. – Quattro arresti, 90 persone, 55 veicoli controllati e sanzioni amministrative per un totale di 30 mila euro, nonche’ numerose perquisizioni personali, veicolari e domiciliari ed impegnando oltre 50 Carabinieri. E’ questo il risultato di un servizio straordinario del territorio disposto dal Gruppo di Gioia Tauro, finalizzato alla prevenzione e repressione […]

0

Sicurezza: controlli Carabinieri Villa, un arresto e 2 denunce

Reggio Calabria – Un arresto, 2 persone denunciate, 51 persone e 25 veicoli controllati ed elevate contravvenzioni al codice della strada per un importo complessivo di circa 1000 euro. È questo l’esito di un servizio di controllo del territorio disposto dal Comando Compagnia Carabinieri di Villa San Giovanni e finalizzato alla prevenzione e repressione dei […]

0

Taranto: bimba di dieci anni ferita a una spalla da un colpo di pistola Città vecchia, la scorsa notte. Indagine dei carabinieri

Una bambina di dieci anni è rimasta ferita (non gravemente, viene ipotizzato) ad una spalla. Indagano i carabinieri, per l’accaduto la scorsa notte nella città vecchia di Taranto. L’esplosione di un colpo di pistola in una casa, verosimilmente all’origine del ferimento, stando a ricostruzioni e secondo quanto riportato dall’emittente Studio 100 che ne ha dato notizia.

L'articolo Taranto: bimba di dieci anni ferita a una spalla da un colpo di pistola

Città vecchia, la scorsa notte. Indagine dei carabinieri

proviene da Noi Notizie..

0

‘Ndrangheta: sequestrati beni per 570.000 euro

Reggio Calabria – Beni per 570mila euro sono stati sequestrati dai Carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Reggio Calabria a nove persone, tutte ritenuti appartenenti alla ‘ndrangheta e in particolare alle cosche Zagari-Fazzalari-Viola e Maio-Cianci di Taurianova (Rc). I Carabinieri, nello specifico, hanno sequestrato l’impresa individuale denominata “Furfaro Rosa”, un immobile, conti correnti, […]

0

Arrestato quattro volte in un mese per furto di carburante sui treni (FOTO)

I carabinieri di Castelvetrano hanno sventato un nuovo furto di carburante ai danni dello scalo ferroviario.

I militari del Radiomobile dei Carabinieri di Castelvetrano, guidati dal Luogotenente Gaspare Maurizio, sorprendevano un giovane intento ad asportare carburante dalle motrici dei treni ivi parcheggiati; lo stesso, alla vista dei militari, tentava una precipitosa fuga a bordo di un autovettura, risultata poi rubata.

L’inseguimento durava poche centinaia di metri fino a quando il malvivente arrestava la sua corsa contro il muro di cinta di un abitazione e, abbandonata l’autovettura ormai danneggiata, cercava di scappare a piedi.

E' stato bloccato poco dopo. Si tratta di Giuseppe Vaiana, 38 anni già sorprese altre volte a rubare dai treni.

L’autovettura Fiat Punto, usata da Vaiana per la fuga, era stata rubata a Mazara del Vallo qualche giorno prima, e al momento del controllo a bordo sono stati trovati circa 50 litri di carburante già asportati dalle motrici parcheggiate..